In due anni di presidenza Ter ne ha viste di tutti i colori.
Nicola Sinisi lascia la società di rilevazione degli ascolti per guidare Rai Canone e racconta dinamiche (tese) e rapporti (complicati) tra i big della radio: un comparto, dice, che vale molto più di quanto qualcuno vorrebbe. “È arrivato il momento di tirare fuori i suoi punti forza, in particolare la credibilità”, dice, “la radio in tutta Europa è percepita come il mezzo più credibile, seguito da carta stampata, televisione e Internet. Per questo l’ultimo consiglio Ter ha accettato la mia proposta di varare il Barometro della credibilità dei mezzi di massa, strumento che fornirà risultati due volte l’anno a partire da dopo l’estate, una versione italiana dell’Eurobarometro editato da Ebu. È venuto il momento di alzare la testa, di dire a tutti che siamo un mezzo credibile, potente ed estremamente flessibile. Per questo il nastro di pianificazione che il 23 marzo Ter ha messo a disposizione degli operatori comprende un’altra importante novità”… (continua)

Clicca sul PDF per scaricare o leggere tutto l’articolo

Fonte:
PrimaComunicazione